Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La Cooperazione nel settore della Difesa

 

La Cooperazione nel settore della Difesa

Italia e Somalia vantano una buona cooperazione nel settore della Difesa e Sicurezza che trova copertura giuridica in base all’accordo sulla cooperazione nel settore della Difesa, siglato a Roma nel settembre 2013, e al Technical Arrangement tra l’Arma dei Carabinieri e la Polizia somala del 2015.

Nell’ambito delle attività svolte per favorire il Nation building somalo il ruolo della Difesa e delle F.A. è orientato ad assistere le Istituzioni di Sicurezza Somale nel processo di formazione attraverso un’offerta formativa a favore dei futuri quadri militari presso le Accademie Militari e gli Istituti di Alta formazione, la cessione di materiali e di equipaggiamenti nonché con lo svolgimento di specifiche attività addestrative.

In particolare, su base bilaterale, l’Italia si è impegnata nell’addestramento delle forze di polizia somale per fornire un contributo tangibile alle capacità di controllo del territorio somalo e di ripristino delle condizioni di sicurezza nel Paese. Il progetto MIADIT, cominciato nel 2013 è sviluppato dall’Arma dei Carabinieri e ad oggi (maggio 2017) è giunto alla settima edizione con un totale di circa 1400 poliziotti addestrati.

L’Italia è il Paese europeo che vanta il maggior contributo di uomini e mezzi nella missione militare EUTM Somalia ed ha fornito, sin dalla presenza in Somalia della missione, il Generale comandante. Fanno parte della missione anche Ufficiali italiani con funzioni di staff, di Advisor e di Trainer nonché anche il Capo dell’Advisor Team che dirige l’operato del team multinazionale nell’opera di guida degli elementi chiave del Ministero della Difesa Somalo e dello Stato Maggiore delle Forze Armate somale.

A supporto dell’operato della missione EUTM S opera una cellula di supporto italiana che realizza anche importanti progetti nell’area della cooperazione civile militare (CIMIC) tutti orientati a supporto della popolazione somala della regione del Banadir. Il CIMIC italiano interviene a sostegno delle strutture sanitarie, di quelle scolastico/educative e dei servizi sociali ed essenziali. Infine, nell’ambito delle iniziative dell’Unione Europea, è stato distaccato presso la delegazione europea un Ufficiale italiano dei Carabinieri in qualita’ di Police Advisor.


51